Vai indietro   Forum Modellismo.net > Categoria Navi e Velieri in legno > Navi & Velieri > Navi e velieri Work in Progress
Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 20-09-07, 11:58 AM   #1
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito La Saettia

Qualche tempo fa, nell’inverno del 2003, ero alla ricerca di un modello insolito, di un’imbarcazione che non fosse una delle solite riprodotte in migliaia di esemplari dai modellisti sparsi per il mondo, da realizzare partendo dal piano di costruzione. Anzi, da un foglio bianco, visto che era mia intenzione disegnare anche il progetto. La scelta è caduta sulla saettia, un mercantile dalle linee affascinanti, purtroppo conosciuto soltanto da una ristretta cerchia di studiosi ed appassionati di legni d’epoca. Diffuse nel mediterraneo centrale, a partire dal 1300 ed utilizzate fino alla fine del 1700, ecco come dovevano apparire:
Icone allegate
La Saettia-post-159-1-immagine_saettia2.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:32 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 12:08 PM   #2
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

Ecco una breve scheda per capire di cosa stiamo parlando:

A partire dal XIII secolo, la saettia è una delle tipologie di imbarcazioni più diffuse in un’area che va dal Tirreno fino alle coste orientali della Spagna. Destinata sia ai traffici mercantili, sia alla guerra di corsa, sia a compiti militari secondari, raggiunge il periodo di massimo successo nel 1500, continuando comunque ad essere impiegata fino al XVIII secolo. Per comprendere meglio la sua imprtanza, si consideri che, a metà del 1500, circa il 40% del commercio via mare della città di Genova viene effettuato mediante saettie, estremamente apprezzate per la loro velocità e maneggevolezza.
Difficile dire quale possa essere stata l’evoluzione di questo tipo d’imbarcazione in un arco temporale così ampio; comunque, il naviglio minore piuttosto raramente subiva rapide trasformazioni, in quanto i maestri d’ascia erano restii ad introdurre innovazioni che, in caso di insuccesso, avrebbero potuto causare costi altissimi non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto in termini di vite umane. Delle Saettie si sarebbe persa ogni traccia, non fosse stato per l’opera di un ufficiale della marina inglese, il guardiamarina Dummer, che ci ha lasciato una fondamentale testimonianza: imbarcato sul vascello XXX, nel 1692, durante una missione nel mediterraneo eseguì una serie di rilievi su un’esemplare ligure, grazie ai quali possiamo ricostruire le linee generali dello scafo, corredati da alcuni disegni dai quali è possibile trarre preziose informazioni sull’aspetto esteriore.
Principali caratteristiche costruttive nel periodo di massima diffusione, XVI secolo:
• lunghezza massima oscillante tra i 15 e i 24 m
• rapporto lunghezza-larghezza tra 3 e 3,8
• interamente pontata
• cassero lungo circa un terzo del ponte
• prua generalmente priva di sovrastrutture e parzialmente priva di murate, con capodibanda che forma una sorta di “U”, per agevolare le operazioni di ormeggio e carico-scarico merci
• sperone lungo quasi 5 metri
• tre alberi, due solo negli esemplari di minori dimensioni; quello di trinchetto è situato quasi a ridosso della ruota di prua, inclinato in avanti di circa 30°
• alberi attrezzati a vele latine
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 12:52 PM   #3
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

Partendo dalle linee d’acqua disegnate dal guardiamarina Dummer alla fine del XVII secolo, oggi pubblicate su alcuni libri e riviste, ho iniziato a tracciare ordinate e chiglia, in scala 1:36, in modo da avere un modello di grandi dimensioni, sul quale piazzare il maggior numero possibile di dettagli. Era mia intenzione ottenere uno scafo con la parte centrale priva di ordinate, per poter ricostruire la stiva con il suo carico. A tale scopo, prima di montare le ordinate, ho tagliato via una parte della chiglia in compensato, corrispondente alla zona della stiva, parte che ho subito dopo rimesso al suo posto, fissandola con pochi punti di colla. Quindi, ho incollato tutte le ordinate e ho iniziato la posa del primo fasciame. Una volta terminato il fasciame, ho “estratto” tutta la parte centrale dell’ossatura, cioè la chiglia precedentemente tagliata e reincollata, con sopra le ordinate, forzando i pochi punti di colla che tenevano insieme questi pezzi al resto del modello. Ho ottenuto così uno spazio libero per la stiva. La parte inferiore della chiglia, quella in vista all’esterno dello scafo, è stata sostituita con legno di rovere, trovato presso un restauratore di mobili antichi. Ecco come si presentava la saettia prima del completamento del fasciame e dell’operazione di “svuotamento”.
Icone allegate
La Saettia-post-159-3-saettia_1.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:33 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 12:54 PM   #4
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

un'altra foto
Icone allegate
La Saettia-post-159-4-saettia_2.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:33 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 12:54 PM   #5
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

ultima
Icone allegate
La Saettia-post-159-5-saettia_3.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:34 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 02:28 PM   #6
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:La Saettia

Mi sembra un progetto impegnativo e sicuramente insolito... ti seguirò con molta attenzione. In bocca al lupo!
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 05:54 PM   #7
Utente Junior
 
Registrato dal: Sep 2007
residenza: Napoli, Pozzuoli
Messaggi: 82
sean è un newbie...
predefinito Re:La Saettia

Non sono molto esperto, le mie esperienze si limitano ai soli kit di montaggio, ma di sicuro è davvero un progetto impegnativo.
Spero un giorno anche io, di poter disegnare da solo i piani di costruzione di un modello.

Auguri e se ci tieni aggiornati, magari riuscirò a rubarti qualche segreto ^_^
sean non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-07, 08:14 PM   #8
Utente Junior
 
Registrato dal: Sep 2007
residenza: Roma
Messaggi: 35
thestork è un newbie...
predefinito Re:La Saettia

Complimenti Sir Drake!
Sono molto curioso di vedere come porterai avanti il lavoro. A presto con nuovi aggiornamenti.
thestork non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-09-07, 03:31 PM   #9
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

Ecco il risultato del lavoro di estrazione delle ordinate centrali. Se non ricordo male, ho impegato un paio d’ore a svuotare la panza della saettia. Il fasciame è incollato solo di taglio, con colla cianoacrilica, Attak gel, per intenderci. E’ apparso subito solido, con l’applicazione ulteriore di listelli e strisce di carta è diventato a prova di bomba! Ho rivestito la stiva con il fasciame interno, poi ho piazzato sul fondo un foglio di cartoncino nero sul quale ho incollato del ghiaietto del tipo usato da chi fa plastici ferroviari, per simulare la zavorra, lasciando solo un piccolo riquadro libero attraverso il quale si scorge la chiglia ed il paramezzale. Quindi mi sono dedicato finalmente a riempire la stiva, non ho mai avuto dubbi sul carico di quella saettia: botti di vino, che altro, se no? Ecco il lavoro quasi ultimato, con una disposizione provvisoria del prezioso carico. Sul naso della saettia è comparso anche lo sperone.
Francis Drake
Icone allegate
La Saettia-post-159-9-n_1.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:35 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-09-07, 03:33 PM   #10
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

Ancora una, si vedono anche i primi bagli di sostegno del ponte.
Icone allegate
La Saettia-post-159-10-n_2.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:36 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-09-07, 03:48 PM   #11
Utente Junior
 
Registrato dal: Sep 2007
residenza: Napoli, Pozzuoli
Messaggi: 82
sean è un newbie...
predefinito Re:La Saettia

Wau, ma è davvero bello sai!

Ma levami una curiosità....le ordinate sono venute via facilmente? hai usato qualche metodo particolare per farle staccare dal fasciame?

Davvero Complimentoni comunque!
sean non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-09-07, 05:49 PM   #12
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:La Saettia

Bella molto bella e originale! Sicuramente ti stai avvicinando a gonfie vele al tuo obiettivo.
Buon proseguimento!
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 25-09-07, 03:39 PM   #13
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

Ciao! State masticando polvere di tiglio? No? Che aspettate? Vi giro due immagini del saettione, si vede qualcosa di più del fasciame esterno, in particolare a poppa, dove spesso si vedono delle soluzioni di fantasia veramente spettacolari, per quanto riguarda la sistemazione dei listelli....la verniciatura è stata fatta considerando un effetto di invecchiamento, per simulare uno scafo che è gia in acqua da tempo, con tutti i segni delle intemperie. Vissuto, insomma. Lo sperone è un po’ storto, ma queste sono foto del 2004, nel frattempo la prua si è fracassata contro lo spigolo di una porta, se non ricordo male, e lo sperone è stato rifatto perfettamente dritto...non tutti i mali vengono per farti girare le scatole soltanto....Non so se vi interessa, ma la finitura dei modelli può essere un argomento interessante, magari per chi non è alla prima barchetta. Ciao,
Francis Drake
Icone allegate
La Saettia-post-159-13-n_4.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:36 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 25-09-07, 03:40 PM   #14
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:La Saettia

poppa
Icone allegate
La Saettia-post-159-14-n_3.jpg  

Ultima modifica di redhawk; 16-04-08 a 12:37 PM
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 25-09-07, 04:14 PM   #15
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:La Saettia

Ciao Sir Drake bel lavoro.
Ti spiacerebbe postare qualche foto dello sperone nuovo fatta da una prospettiva diversa (magari un po' più dall'alto) così da far vedere qualche dettaglio in più?
Grazie a presto
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:24 AM.


Chi Siamo | Pubblicità | Scambio banner | Disclaimer | Regolamento | P.IVA 00319251203
Disponibile su App Store Disponibile su Google Play