Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 14-04-15, 10:37 AM   #8
Officine Nadalini
Utente Senior
 
L'avatar di Officine Nadalini
 
Registrato dal: Sep 2014
Messaggi: 1,490
Officine Nadalini inizia ad ingranare.
predefinito

Con questo WIP mi piacerebbe mettere, con l’aiuto di tutti e certificando con articoli di stampa e documentazione fotografica, alcuni capisaldi per quanto riguarda la Ferrari 126 C2.
In rete si trova di tutto e di più ma non sempre attinente alla realtà, anzi spesso frutto di fantasia pura.

Quando affronto la realizzazione di un modellino mi piace anche studiarne la storia tecnica e, per quanto possibile, replicarne le caratteristiche il più fedelmente possibile.

Sono appassionato di Formula 1 sin da bambino e ho cominciato a comprare Autosprint nel 1980.
Per studiare la Ferrari 126 C2 mi sono rivolto alla mia collezione di Autosprint di quell’anno e l’ho integrata nei numeri mancanti cercando su Ebay. Adesso ho l’annata completa. Inoltre ho alcuni libri fotografici in particolare quello di Meri Kits molto bello; mi manca il Vol.36 di F1 Modelling.

Veniamo ad uno dei primi punti in discussione che è emerso quando ho deciso di realizzare alcuni particolari del motore non previsti nel kit.

Iniziamo dalla distribuzione dell’accensione; ho utilizzato un tubicino di ottone da 1,5 mm sul quale ho praticato un foro per poter inserire i cavi che vanno, alle candele. Con lo stesso tubicino di ottone ho realizzato anche una bobina che è ben visibile nella parte scoperta del motore.

Nome:   particolari 2.JPG
Visite:  1389
Grandezza:  15.0 KB [auto] Ferrari 126 C2 – Tameo Kits – 1/43-particolari-4.jpg

Nei due particolari ottenuti ho inserito un tondino di plasticard da 1,0 mm che fungerà da perno di fissaggio al motore

Per i cavi di accensione ho utilizzato dei fili di rame rivestiti neri da 0,20 mm.

[auto] Ferrari 126 C2 – Tameo Kits – 1/43-distribuzione-1.jpg

In molti lavori presenti in rete i cavi di accensione sono rossi; effettivamente in qualche circostanza il motore della vettura del 1982 ha avuto i cavi rossi ma ho ragione di ritenere, salvo che qualcuno non abbia documentazione fotografica specifica, che a Imola i cavi fossero neri in quanto sia nella gara precedente a Long Beach (foto di sinistra) sia nel gara successiva a Zolder (foto di destra) erano neri come si può vedere nelle foto.
Non conosco le ragioni della diversa colorazione dei cavi di accensione; forse per distinguere un tipo di motore dall’altro.

[auto] Ferrari 126 C2 – Tameo Kits – 1/43-lon-beach-.jpg [auto] Ferrari 126 C2 – Tameo Kits – 1/43-zoloder.jpg

A presto
Officine Nadalini non è in linea   Rispondi quotando