Vai indietro   Forum Modellismo.net > Categoria Statico > Statico - Kits, Info e Varie > Statico Trucchi e Guide
Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 18-01-10, 05:14 PM   #1
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito [AUTO] Piccolo manuale per il montaggio kit in resina

Mi sono permesso di fare questo piccolo manuale riguardante i kit in resina, il manuale comprende l'uso di alcuni materiali e come trattare la resina, spero che a qualcuno possa servire .

MODELLI IN RESINA
MATERIALE E GUIDA AL MONTAGGIO
COLLANTI: BICOMPONENTE 5’ MINUTI – CIANOACRILICA SENZA ALONI – VINILICA MG – MASTICE
VERNICI PRIMER: PRIMER BICOMPONENTE 5:1 – PRIMER NITROSINTETICO TAMIYA O ALTRO –
SGRASSANTI: ANTISILICONE “PER PANNO” – ACETONE -
ADDITIVI PER VERNICI E DILUENTI: ANTISILICONE – DILUENTE POLIURETANICO – DILUENTE NITRO – AMMORBIDENTE PER DECALS
CARTE ABRASIVE A SECCO: ABRASIVA GRANA 80 – ABRASIVA GRANA 120
CARTE ABRASIVE AD ACQUA: ABRASIVA GRANA 400 – ABRASIVA GRANA 600 – ABRASIVA GRANA 1200 – ABRASIVA GRANA 2000 – 3000
STUCCHI A SPATOLA: STUCCO METALLICO CON CATALIZZATORE – STUCCO VETRORESINA CON CATALIZZATORE – STUCCO NITRO SPATOLA
ATTREZZATURA: TRAPANINO DREMEL – MICROPUNTE PER MICROVITI DA 0,8mm A 1,0mm – MICROPUNTE VARIE MISURE – LIMETTINA A FERRO PICCOLA – CUTTER – MICROCACCIAVITINO A TAGLIO – PUNTE PER FRESATURA – PHON – PINZETTINE PER FOTOINCISIONI – PINZA TRONCHESINA – PINZA CON PUNTE FINI LUNGHE – CALIBRO – SPAZZOLINA LUCIDATRICE – FORBICINE PUNTA FINE – SALDATORE A STAGNO – STAGNO – MATITA LAPIS – CARTA TRASPARENTE – PISTOLA A SPRUZZO PROFESSIONALE “UGELLI DA 0,7 – 1,0 – 1,2” – AEROGRAFO – STUZZICADENTI – SPILLO PER AGOPUNTURA –
KIT DI MONTAGGIO
KIT DÌ MONTAGGIO COMPRENDE: MATERIALE IN RESINA – FERRO BIANCO – FOTOINCISIONI – VITERIE VARIE – SPILLI – CINTURE DÌ SICUREZZA – DECALS – ISTRUZIONI – RUOTE IN GOMMA CONCERCHIONI –


Ultima modifica di maurillo67; 19-01-10 a 06:37 PM
  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:17 PM   #2
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Scatola kit montaggio

  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:17 PM   #3
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

PREPARAZIONE METALLO BIANCO
APRIRE DELICATAMENTE LA BUSTINA CONTENENTE IL MATERIALE IN METALLO BIANCO “Onde evitare che si possa piegare e rompere” DISTENDERLA SU DI UNA SUPERFICE CONTROLLANDO CHE NON MANCHI NESSUN PEZZO, COMINCIARE LA SUA RIPULITURA LEVANDO LE IMPERFEZIONI CON DELLA CARTA ABRASIVA GRANA 400 AD ACQUA “In questo caso usata a secco” E IL CUTTER, UNA VOLTA CHE I PEZZI SONO RIPULITI RIPORLI DENTRO UN CONTENITORE FACENDO ATTENZIONE CHE NON SI PIEGHINO AL SUO INTERNO: Note:Il metallo bianco presenta i punti di riferimento per le varie forature, prima di eseguirle attendere la prova a secco sui pezzi in resina per vedere l’esatto punto di foratura, quando si esegue la foratura del metallo bianco sia che venga eseguita a mano o con il trapanino deve essere fatta lentamente per via che la punta tende ad allegare con il metallo bianco per via del suo riscaldamento, particolare attenzione quando viene fatta con il dremel, anche se messo al minimo dei giri scalda molto e quindi si corre il rischio della rottura della punta all’interno del ferro bianco, UNA VOLTA CHE IL METALLO BIANCO E’ STATO SIA RIPUILITO CHE PROVATO SULLA RESINA SI PROCEDE ALLA SUA VERNCIATURA, SI SGRASSA CON DELL’ACETONE USANDO UN PENNELLINO, SI PRIMERIZZA CON DEL NITROSINTETICO PER POI VERNICIARLO CON IL COLORE NECESSARIO.
Note: La temperatura per la verniciatura non deve essere inferiore ai 18° -..
  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:19 PM   #4
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Preparazione metallo bianco



  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:21 PM   #5
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Preparazione fotoincisioni

  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:22 PM   #6
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

...
  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:23 PM   #7
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

..
  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:24 PM   #8
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

PREPARAZIONE RESINA
TOGLIERE I PEZZI IN RESINA DALLA SUA CONFEZIONE, METTERLI TUTTI SU DÌ UNA SUPERFICE, CONTROLLARE CHE NON MANCHI NIENTE, COMINCIARE LA SUA RIPULITURA CON DELLA CARTA ABRASIVA A SECCO GRANA 120 O 80 A SECONDA DELLO SPESSORE DELLA RESINA IN ECCESSO, SI PUO’ UTILIZZARE ANCHE IL FRESINO ABRASIVO FACENDO MOLITSSIMA ATTENZIONE ALLA SUA PRESSIONE SULLA RESINA ONDE EVITARE IL RISCHIO DI ROVINARE IL PEZZO…. Note: Se dovesse accadere di rovinare un pezzo portando via troppa resina e quindi creare avvallamenti si può rimediare con lo stucco metallico o vetroresina catalizzato, in questo caso però occorre essere esperti in modellistica o carrozzeria per la perfetta lisciatura del pezzo e ritorno alla misura esatta. UNA VOLTA RIPULITA LA RESINA SI PASSA AL MONTAGGIO A SECCO DI TUTTI I PEZZI CON LA PROVA ANCHE DEI VARI ACCESSORI IN METALLO BIANCO “Braccetti sospensioni – centraline – volante – accessori per il motore ecc..ecc” DEVONO ESSERE CONTROLLATE ANCHE LE FOTO INCISIONI PERCHE’ CI POTREBBE ESSERE LA NECESSITA DÌ SVASARE LA RESINA PER IL CORRETTO ALLOGGIO DELLE STESSE, ANCHE LA RESINA PRESENTA I RIFERIMENTI PER LE VARIE FORATURE MA ANCHE QUI CONSIGLIO DÌ PROVARE I PEZZI PRIMA DÌ ESEGUIRE LA FORATURA PERCHE’ TENDENZIALMETNE NON TORNANO MAI.. Note: Quando si esegue la foratura sulla resina per l’inserimento dei braccetti delle sospensioni e altri accessori in metallo bianco deve essere tenuto presente del suo aumento di spessore dopo la sua verniciatura, quindi se si fora la resina a misura con il pezzo in ferro bianco ancora grezzo si rischia poi di incontrare difficoltà nel montaggio successivo … si rimedia tutto ma meglio andare sul sicuro … AL MONTAGGIO A SECCO DEL MATERIALE IN RESINA SI POTREBBERO INCONTRARE ALCUNE DIFFICOLTA DI ALLOGGIO DEI PEZZI, SI DEVE QUINDI PROVVEDERE AL CARTEGGIAMENTO PER DIMINUIRE GLI SPESSORI, SENZA PERO’ MODIFICARNE TROPPO LA FORMA . MOLTE VOLTE PERO’ IL SOLO CARTEGGIARE NON BASTA PERCHE’ MAGARI PROPRIO LA FORMA DEL PEZZO NON ARRIVA A COMBACIARE ESATTAMENTE CON L’ALTRO, IN QUESTO CASO CI SI PUO’ AIUTARE ANCHE CON L’ USO DEL PHON: PRATICAMENTE SI SCALDA IL PEZZO IN RESINA” Attenzione!! a non scaldarlo troppo o potrebbe deformarsi irrimediabilmente” FINO A RENDERLO PIEGOLVOLE, SI PRESENTA SUL PEZZO DOVE DEVE COMBACIARE SI FA PRESSIONE VERSO IL PUNTO DÌ CONTATTO SI MANTIENE IL PEZZO FINO AL SUO RAFFREDDAMENTO PER ASSICURARSI CHE ABBIA PRESO LA FORMA GIUSTA. PER FORTUNA NON SEMPRE OCCORRE QUESTA TECNICA E COMUNQUE VIENE FATTA SOLO SUI COFANI MOTORE O PANCE LATERALI. UNA VOLTA RIPULITO TUTTA LA RESINA E ESEGUITO LE VARIE FORATURE SI PROCEDE AL CARTEGGIAMENTO AD ACQUA GRANA 600 DÌ TUTTI I PEZZI PER RENDERLI LISCI AL FONDO. Note: Le svasature per le fotoincisioni che simulano bullonerie varie o rivetti vengono eseguite dopo aver dato il fondo per non doverle fare 2 volte a causa dello spessore dello stesso. FINITA LA CAREGGIATURA SI PASSA ALLA SGRASSATURA DELLA RESINA PRIMA DÌ DARGLI IL FONDO, SI PRENDE UN PENNELLO LO SI IMBEVE DÌ ANTISILICONE E LO SI PASSA SU OGNI PEZZO, SI PREPARA SU DI UN TAVOLO DELLA CARTA ASSORBENTE E SI RIPONE I PEZZI SGRASSATI FINO ALLA LORO ASCIUGATURA. UNA VOLTA CHE TUTTA LA RESINA E’ ASCIUTTA SI PREPARA IL PRIMER CATALIZZATO 4:1, NON DEVE ESSERE NE TROPPO LIQUIDO NE TROPPO DENSO, SI AGGIUNGE ANCHE UNA PICCOLA PERCENTUALE DI ANTISILICONE, Note: Attenzione !!! non è lo stesso della sgrassatura. SI LASCIA RIPOSARE IL PREPARATO PER ALMENO 10 MINUTI DA FAR IN MODO CHE IL CATALIZZATORE COMINCI AD AGIRE, NEL FRATTEMPO SI PROVVEDE A LEVARE EVENTUALI PELUCCHI O POLVERE DAL MATERIALE IN RESINA CON UN PANNO ANTIPOLVERE DA CARROZZERIA “è un panno leggermente appiccicoso molto valido”. A QUESTO PUNTO VIENE DATO IL PRIMER, 2 MANI NORMALMENTE BASTANO, L’ATTESA TRA UNA MANO E L’ALTRA VARIA DAI 10 AI 15 MINUTI IN BASE ALLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO, PER IL SUO CARTEGGIAMENTO E’ CONSIGLIABILE ATTENDERE ALMENO 24 ORE. PER LA CARTEGGIATURA DEL PRIMER CATALIZZATO 5:1 SI USA LA CARTA ABRASIVA GRANA 1200, SI CARTEGGIA SINO A RENDERE LA SUPERFICIE DEL PEZZO PRIMERIZZATO PEFETTAMENTE LISCIA PAREGGIANDO EVENTUALI PELUCCHI FACENDO ATTENZIONE PERO’ A NON SCOPRIRE IL PRIMER PERCHE’ IN ALCUNI CASI A SECONDA DEL TIPO DÌ VERNICE SI POTREBBE AVERE DEI PROBLEMI DI COPERTURA DEL PUNTO SCOPERTO, SE CIO’ DOVESSE ACCADERE CONSIGLIO DI DARE PRIMA UN PAIO DI MANETTINE LEGGERE SOLO NEL PUNTO DOVE MANCA IL PRIMER PER POI PASSARE ALLA STENDITURA COMPLETA DELLA VERNICE SU TUTTO IL PEZZO.
Note: Per i pezzi grossi in resina è preferibile usare vernice catalizzata, anche qui i tempi tra una mano e l’altra variano sempre tra i 10 e 15 minuti e sempre in base alle caratteristiche del prodotto, fare attenzione a non ridurre i tempi tra le due mani per non incorrere all’effetto spillatura della vernice ovvero all’imperfetta evaporazione del diluente creando spilli in superficie, questo avviene perché dando mani troppo repentine il diluente trova ostruzione alla sua naturale evaporazione,ostruzione causata anche dal catalizzatore che nel procedimento di essiccazione impedisce tale evaporazione, si deve anche usare materiale adatto in base alla stagione, catalizzatori e diluenti veloci o lenti, essiccazione lenta per l’estate essiccazione più rapida per l’inverno, questo per ovviare all’effetto buccia d’arancia, spillatura, colature … generalmente il pezzo verniciato è fuori pericolo dall’insidia di pelucchi o polvere dopo 2 ore, maneggiabile dopo 24 ore, carteggiabile dopo 48 ore. UNA VOLTA CHE E’ TUTTO PRONTO SI PASSA AL MONTAGGIO, SUCCEDE SPESSO CHE MOLTI PEZZI PROVATI A SECCO IN PRECEDENZA NON TORNINO DI NUOVO ALLA PERFEZIONE, QUESTO SUCCEDE PERCHE’ I VARI DILUENTI E CATALIZZATORI USATI PER LA VERNICIATURA TENDONO A MODIFICARE LA STRUTTURA DELLA RESINA IN FASE DI ESSICCATURA CREANDO UN EFFETTO ELASTICO, QUINDI SI RIUTILIZZA IL PHON PER SCALDARE I PEZZI IN RESINA PER RIPORTARLI NELLA POSIZIONE CORRETTA, ATTENZIONE PERO’ … SE SCALDATI TROPPO SONO GUAI …. ..

Ultima modifica di maurillo67; 19-01-10 a 06:38 PM
  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:27 PM   #9
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Preparazione resina

  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:31 PM   #10
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Prova a secco resina e metallo bianco

  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:32 PM   #11
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Qualche esempio di stuccatura..

  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:34 PM   #12
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Resina pronta per il primer catalizzato


  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:35 PM   #13
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Primer catalizzato

  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:36 PM   #14
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

PERCHE’ SI USANO PARTICOLARI PRODOTTI
ALL’ INIZIO ELENCAVO DEL MATERIALE, OVVERO ALCUNI STUCCHI SIA A SPATOLA SIA A SPRUZZO DA USARE, VORREI SPIEGARE IL PERCHE’ DÌ TALE UTILIZZO.
STUCCO METALLICO A SPATOLE CATALIZZATO: USATO IN CARROZZERIA PER RIPRENDERE FITTE E GRAFFI NEL METALLO CHE SI VUOLE TRATTARE, UNA VOLTA INDURITO HA UN OTTIMA CONSISTENZA E RESISTENZA” Non adatto per la plastica perché troppo duro nella sua carteggia tura “ NELLA RESINA E’ BUONISSIMO NELLA RICOSTRUZIONE DÌ IMPERFEZIONI E TAMPONATURA DEI FORI CAUSATI DALLA SOFFIATURA DELLA RESINA STESSA. CONSIGLIO PERO’ LO STUCCO A LEGNO A SPATOLE CATALIZZATO PERCHE’ UN PO’ PIU’ MORBIDO NELLA CARTEGGIATURA PUR MANTENENDO SEMPRE LE CARATTERISTICHE DEL METALLICO.
VETRORESINA A SPATOLE CATALIZZATA: USATO IN CARROZZERIA IN CASO SI RICHIEDA LA TAMPONATURA DI GROSSI BUCHI “ Causato per esempio dalla ruggine”, IL VECCHIO ARTIGIANO UNA VOLTA PREPARATA LA VETRORESINA INSERIVA DELLA CARTA ABRASIVA A SECCO DENTRO IL FORO DA TAPPARE PER CREARE DELLO SPESSORE, POI CON LA SPATOLA INSERIVA LO STUCCO IN VETRORESINA SULLO SPESSORE CREATO DALLA CARTA IN MODO CHE TUTTO LEGASSE INSIEME PER UNA MAGGIORE CONSISTENZA, OGGI SI USANO FOGLI IN RESINA DA APLLICARCI SOPRA LO STUCCO, QUESTO TIPO DI STUCCO E ‘USATO IN CAPO NAVALE PER LA RIPARAZIONE DÌ PICCOLE FALLE NELLO SCAFO. PER TORNARE AL MODELLO LA VETRORESINA E’ OTTIMA PER RICOSTRUIRE PARTI MANCANTI DEL MODELLO DANNEGGIATO, ESSA E’ MOLTO PIU’ RESISTENTE DELLO STUCCO CLASSICO, MA ANCHE MOLTO PIU’ DURA DA CARTEGGIARE.
STUCCO NITRO SPATOLE: USATO IN CARROZZERIA PER LE RIFINITURE DELLA PARTE DA VERNCIARE CON IL PRIMER , DURANTE LA FASE DÌ CARTEGGIATURA DEL METALLICO ANCHE CON LE MAGGIORI ATTENZIONI, ESSENDO ESSO UNO STUCCO PESANTE, POSSONO RIMANERE DEI PICCOLO GRAFFI, PASSANDO QUESTO TIPO DÌ STUCCO SOPRA, ESSENDO MOLTO FINE, VA A RIEMPIRE QUEI PICCOLI GRAFFI CREATI CON LA CARTEGGIATURA, OVVIAMENTE QUESTO TIPO DI STUCCO ALLA NITRO E’ MOLTO FINE E DELICATO VA CARTEGGIATO QUINDI SOLO CON CARTA ABRASIVA AD ACQUA CON GRANA CHE VARIA DA 800 A 1200. BUONO ANCHE PER LA PLASTICA.
PRIMER CATALLIZATO 5:1: QUESTO TIPO DÌ FONDO E’ USATO IN CARROZZERIA SIA NELLA FASE DÌ COPERTURA DEL PREPARATO METALLICO CARTEGGIATO SIA PRIMA DELLA VERNICIATURA FINALE, MOLTO VALIDO PER COPRIRE PICCOLE MAGAGNE CHE LA RESINA PRESENTA, ANCHE UNA VOLTA LEVIGATA A DOVERE L’OGGETTO IN RESINA NON SARA’ MAI PERFETTISSIMO COME UN OGGETTO IN PLASTICA, CON IL PRIMER CATALIZZATO CON A SEGUITO LA SUA CARTEGGIATURA SI OTTENGONO OTTIMI RISULTATI, CARTEGGIATURA CON CARTE ABRASIVE AD ACQUA CON GRANA DA 800 -1200, NELLA PLASTICA NON LO CONSIGLIO PROPRIO PER LA SUA CONSISTENZA.
CARTE ABRASIVE AD ACQUA: PRIMA DEL SUO UTILIZZO CONSIGLIO DÌ TENERLA A BAGNO NELL’ACQUA TIEPIDA PER ALMENO 15 MINUTI, QUESTO FARA’ IN MODO DÌ RENDERLA PIU’ MORMIBA E PIU’ EFFICACE NEL SUO UTLIZZO.
CONSIGLI: E’ IMPORTANTE ESEGUIRE IL MONTAGGIO A SECCO DÌ QUASI TUTTI I PEZZI, QUESTO DA MODO DÌ VALUTARE GIA’ IN BUONA PARTE TUTTI I PROBLEMI E DIFETTI DEL MODELLO, SE SI PROCEDESSE SUBITO ALLA PREPARAZIONE E MONTAGGIO DEL MODELLO QUASI SICURAMENTE SI BUTTEREBBE VIA TUTTO. SGRASSARE BENE TUTTI I PEZZI IN RESINA PRIMA DELLA VERNCIATURA, ESSA TENDE AD AVERE DELLE PARTICELLE DÌ SILICONE CHE FORMEREBBERO L’EFFETTO DÌ PICCOLI VULCANI AL MOMENTO DELLA STENDIMENTO DEL COLORE SE NON SGRASSATA BENE. SGRASSARE CON L’ANTISILICONE ANCHE IL PRIMER CARTEGGIATO SEMPRE PER LO STESSO MOTIVO DÌ CUI SOPRA, Note: Attenzione !!! L’antisilicone deve essere passato solo sui pezzi con primer catalizzato, se usato sul primer nitro sintetico lo toglierà completamente. UNA VOLTA FINITO IL MODELLO CERCARE DI ESPORLO IN AMBIENTI A TEMPERATURA COSTANTE, NE TROPPO FREDDA NE TROPPO CALDA, ALLA RESINA TROPPI SBALZI TERMINCI NON PIACCIONO …. ..

Ultima modifica di maurillo67; 19-01-10 a 06:38 PM
  Rispondi quotando
Vecchio 18-01-10, 05:38 PM   #15
maurillo67
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Tipologia istruzione montaggio resina

  Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato


Discussioni simili
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
[AUTO] Studio 27 AUDI R15 Plus 2010 Resina laldo Statico Work in Progress 152 09-11-18 07:02 PM
Manuale di montaggio motore Thunder tiger pro .28 numerotre Automodelli a scoppio Monster Truck 4 12-07-11 04:39 PM
manuale di montaggio nicolas2028 Automodelli a scoppio 1/8 On Road 2 16-03-11 11:33 PM
manuale di montaggio giggio_995 Automodelli a scoppio 1/10 Touring 2 17-06-09 02:10 PM
(AUTO) CHIEDO AIUTO A STAMPATORI RESINA dnracing Statico - Kits, Info e Varie 15 02-02-07 01:55 PM


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 02:38 PM.


Chi Siamo | Pubblicità | Scambio banner | Disclaimer | Regolamento | P.IVA 00319251203
Disponibile su App Store Disponibile su Google Play