Vai indietro   Forum Modellismo.net > Categoria Navi e Velieri in legno > Navi & Velieri > Storia e personaggi navali
Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 10-02-10, 03:20 PM   #1
Utente
 
Registrato dal: Apr 2009
residenza: Usmate (MB)
Messaggi: 157
c.gori è un newbie...
predefinito Architetti navali in famiglia

Cari amici,
è un po' che volevo farvi partecipi del fatto che nella mia famiglia ( per l'esattezza il bisnonno di mia mamma , negli anni intorno alla prima metà dell'800 fu tra i primi se non il primo a costruire dei vascelli ( termine generico) perchè allora erano chiamati "Pacchetti a vapore" dove veniva sfruttata la potenza del vapore prodotto da caldaia. Storicamente anche in Rete si trovano delle notizie relaltive al personaggio e navi costruite...."Nel 1835 vi è la costruzione e il varo a Livorno dei due primi battelli a vapore costruiti in Italia attraverso l’impegno di Gustavo Capanna"......" "Il "Leopoldo II" era stato costruito nel 1835 nel Cantiere Gustavo Capanna di Livorno, piroscafo a ruote di 150 cavalli vapore e scafo in legno; il "Maria Antonietta" con scafo in legno e macchina a bilanciere di 140 CV. Si conoscono i nomi di alcuni comandanti: Capitano Giovanni Marion, Capitani Giovanni Oliva, Pietro Galeazzi e Pietro De Amezega. ...."
Quando ero piccolo, mi ricordo benissimo di un corridoio nella casa dei nonni dove erano appesi al muro i singoli quadri olio raffiguranti ognuno una nave; in basso c'era anche la parte descrittiva con le caratteristiche: stazza , lunghezza, nome del committente etc.Purtroppo con il corso degli anni non tutti i quadri si sono salvati... personalmente ne ho due e di uno, il VIRGILIO allego la foto, l'altro lo fotograferò la prossima volta che vado alla casa di Livorno. Altri cugini hanno o dovrebbero avere ancora qualche cosa e vi prometto che vi documenterò su tutto quello che potrò trovare... se mai qualcuno di Voi avesse la voglia di costruire "dal niente" delle navi veramente italiane, per lo meno avrà un supporto visivo generale. Piccola curiosità: una nave inalbera addirittura la bandiera del Gran Ducato di Toscana che ebbe fine nel 1859 ed in quella data il Cantiere Guastavo Capanna era in piena attività!!!Vi allego anche una foto relativa ad un quadro antico in mio possesso, gentilmente vorrei la denominazione ( Brigantino, oppure ??), solo voi potete determinarne la natura, inoltre vorrei sapere, se possibile perchè ci sono due pennoni quasi accoppiati su entrambi gli alberi, a prima vista sembrerebbe che ogni albero portasse due vele, per cui non capisco la presenza del secondo pennone partendo dall'alto ( per ogni albero), ma forse mi sbaglio io o è stata una licenza pittorica perchè non penso che il pittore fosse presente al momento del naufragio. Scusandomi per la lunghezza del topic, cordialmente vi saluto tutti
Carlo
Icone allegate
Architetti navali in famiglia-liv.quadri2.jpg   Architetti navali in famiglia-dsc00004.jpg  


Ultima modifica di c.gori; 10-02-10 a 04:01 PM
c.gori non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-02-10, 04:08 PM   #2
Utente Senior
 
L'avatar di Tuvok
 
Registrato dal: Mar 2009
residenza: Bergamo
Messaggi: 4,326
Tuvok inizia ad ingranare.
predefinito

Beh che dire. Interessantissimo!
Tuvok non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 10-02-10, 09:10 PM   #3
Utente Senior
 
L'avatar di caracciolo
 
Registrato dal: Feb 2009
residenza: Napoli
Messaggi: 1,526
caracciolo è un newbie...
predefinito

la prima nave a vapore del mediterraneo e italiana e il ferdinando 1 del 1819 varata a napoli
la definzione piu appropriata e pirocorvette da quanto si vede anche se per pacchetto vapore si intendono unita che svolgono un servizio particolare
le prime fregate militari a vapore in italia sono state varate a castellammare e anche il primo vascello a vapore
il monarca
caracciolo non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-02-10, 11:57 AM   #4
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

1-I pittori di marina,nel secolo scorso,molto spesso erano anche ex marinai.E' quindi probabile che, oltre ad essersi concesso una licenza pittorica più che perdonabile, l' autore del quadro (o ex voto ?) abbia voluto raffigurare il bastimento alla cappa mentre affrontava il fortunale.E, a volte, era necessario,in tali circostanze, sghindare gli alberetti (vale a dire scenderli in coperta).Da qui l'impressione che la nave dovesse portare solo due vele per albero.Molto probabilmente, il pittore ha voluto raffigurare quindi,ingenuamente e approssimativamente , la nave in balia dei marosi, priva degli alberetti e con le gabbie volanti ammainate.Da qui la circostanza dei pennoni "ravvicinati".
2-Sembra essere vero,stando alle fonti che abbiamo a disposizione,che il primo bastimento a vapore che abbia compiuto servizio regolare nell'Italia preunitaria,sia stato appunto il Ferdinando I.Non sappiamo invece,con assoluta certezza,se questa nave sia stata anche realmente la prima unità a vapore varata nell' "Italia" di allora.Una compagnia di navigazione napoletana,nello stesso periodo (più o meno)in cui il Ferdinando mosse i suoi incerti passi, noleggiò una nave che batteva bandiera granducale per un servizio da Napoli a Civitavecchia . Quindi.....
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-02-10, 12:28 PM   #5
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

Ho dimenticato di fare alcune precisazioni!
La dizione di pirocorvetta,sebbene in uso nella Real Marina (delle Due Sicilie) e successivamente nella Regia Marina,non è, ad onor del vero, esatta.Il "Virgilio" in questione era,probabilmente, uno "Sloop".La suddivisione in "pirocorvette" ,"pirofregate" etc. viene sancita da un decreto del 29 Gennaio 1850 di Ferdinando II che suddivide le unità con macchina ausiliaria (perchè di questo,in realtà, si trattava,dal momento che ,per lo più , le navi andavano a vela visto che il carbone costava....) in base alla potenza in cavalli vapore e non tenendo conto dell'armamento velico.
Il nome pacchetto,se non sbaglio, deriva da "paqueboat",ed in linea di massima,stava ad indicare i bastimenti che compivano servizio postale.
Per quanto riguarda il fatto che anche le prime pirofregate (ma ripeto,il termine non è del tutto esatto) siano state varate nel regno delle Due Sicilie,possiamo dire di sì.Si trattò dell' "Ercole" (unità gemella "Archimede" ) da 1306 t ,realizzata sui piani inglesi della "DEVASTATION" , che scese felicemente in mare il 4 ottobre 1843.E' tutto,mi sembra.
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-02-10, 12:41 PM   #6
Utente
 
Registrato dal: Apr 2009
residenza: Usmate (MB)
Messaggi: 157
c.gori è un newbie...
predefinito

Ciao Gabriele,
mi hai letteralmente stupito con le tue precisazione; GRAZIE.
Piccola precisazione: il quadro non è un ex-voto perchè il pittore ha fatto parte della scuola dei pittori labronici coevi e posteriori a G. Fattori; doveva essere un buon osservatore e senza dubbio ha raffigurato una situazione di essere "alla cappa" che aveva avuto modo di osservare dal vero, essendo il porto di Livorno ( sua città) a ridosso di scogliere nel suo Sud immediato ( a circa 5 km ci sono infatti le famose scogliere di Calafuria, bellissime specialmete quando le mareggiate schiumano il mare)
Grazie ancora e a risentirci
Carlo
c.gori non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 12-02-10, 06:48 PM   #7
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

Caro Carlo,
ero quasi certo che si trattasse di un dipinto con intento semplicemente ritrattistico e non di un ex voto (infatti,a leggere attentamente il mio post, si vede che ho scritto tra parentesi e con il punto interrogativo).Anche perchè non mi è sembrato di vedere alcuna didascalia.Comunque, sono sempre contento di poter scrivere qualcosa che a qualcuno possa sembrare intelligente e, in un modo o nell'altro,risultare anche utile.Quindi,grazie del grazie.
A risentirci
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-04-10, 06:11 PM   #8
Utente
 
Registrato dal: Apr 2009
residenza: Usmate (MB)
Messaggi: 157
c.gori è un newbie...
predefinito Ancora una nave costruita dal mio trisavolo

Salve a tutti,
sono appena rientrato da Livorno , mia città natale dove ho fotografato ancora una nave di quelle costruite dal mio trisavolo ( Vedere: VIRGILIO in testa al topic). Questo è un vascello (??) della prima metà del 1800, esattamente varato nel 1828 a Livorno, quando la Toscana era ancora Granducato sotto i Lorena ( come si nota dalla bandiera austriaca a Poppa).
Considerando che la linea è gradevole e non sembra presentare troppe difficoltà, vorrei RI.costruirla , ma ho bisogno del Vostro aiuto!!
1) Analizzando il quadro si nota che è stato dipinto con molto pressapochismo per cui non so se copiarlo cadendo ulteriormente in errori grossolani e senza senso ( dettagli sartiame, manovre etc)
2) I 10 sabordi per murata mi sembrano un po' tanti per un vascello così strutturato; a voi sembrano reali ? lascereste quella quantità o la ridurreste ?
3) Anche per quanto riguarda l'alberatura, mi sembra che gli alberi siano ben alti per essere solo in due pezzi, Voi che cosa fareste? altre teste di moro e coffe nella parte alta del Trinchetto e Mezzana ? ( tale se è un Ketch ), sembra di scorgere solamente le crocette, è possibile?
4) Sono presenti le finestre nello specchio di poppa, per cui si presuppone che esistesse anche la cabina del Comandante, ma mi sembra poco veritiero che la medesima non venga evidenziata da un Cassero più alto rispetto alla linea del ponte, quindi no saprei come costruirla.
5) Francamente non so a quale modello di nave, di quelle che costruiamo possa essere minimamente paragonata; Voi che cosa usereste come ipotetico modello?
Vi ringrazio per gli aiuti che mi fornirete
Carlo
Icone allegate
Architetti navali in famiglia-porsenna-1.jpg   Architetti navali in famiglia-porsenna-2.jpg   Architetti navali in famiglia-porsenna-3.jpg  

Architetti navali in famiglia-porsenna-4.jpg   Architetti navali in famiglia-porsenna-5.jpg   Architetti navali in famiglia-porsenna-6.jpg  

c.gori non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-04-10, 09:01 PM   #9
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

Caro Carlo,
era da un pezzo che volevo chiederti ulteriori informazioni sui tuoi antenati costruttori navali!Finalmente ,comunque,ti sei fatto vivo tu.Bene.
Cerchiamo di andare per ordine.
Nello stesso anno,se non sbaglio,in cui scese in mare il "Porsenna" realizzato dal tuo trisavolo,a Napoli venne varato il brigantino "Principe Carlo",dalla linea molto simile.
Il brigantino duosiciliano era armato con una ventina di pezzi,quindi i dieci portelli per lato potrebbero a mio avviso essere benissimo reali.
Per quanto riguarda la necessaria esistenza di un cassero più alto non sono d'accordo ,perchè sia il Principe Carlo che altre due unità simili napoletane coeve avevano il ponte di coperta sgombro.Niente di strano che le unità costruite negli stessi anni a Livorno seguissero questo concetto.
Per quanto riguarda infine l'alberatura,ad un esame attento delle foto che ci hai mandato,mi sembra che sia su tre non su due pezzi,quindi, fino a questo punto , niente di strano.
Ciao
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-04-10, 09:54 PM   #10
Utente
 
Registrato dal: Apr 2009
residenza: Usmate (MB)
Messaggi: 157
c.gori è un newbie...
predefinito

Ciao Gabriele68,
le tue informazioni sono preziose e vorrei poterle completare con altre notizie storiche e magari vecchi disegni o raffigurazioni pittoriche!!
Ritornado al discorso delle manovre, ho detto che erano state raffigurate con un certo pressapochismo per il fatto che non sono evidenziati i bozzelli di rimando, sembra quasi che le scotte siano fisse tra un albero e l'atro e tra i pennoni e la coperta!!! Per gli alberi, sembrava a nche a me strano che fossero su due sezioni ma in alto, non sembrano esserci ne coffe ne teste di moro, o forse mi sbaglio io ? Rimango a tua disposizione per quanto tu voglia sapere a proposito del mio trisavolo; ti allego altre foto che raffigurano una tipologia di barconi a Livorno chiamati " becolini" o meglio " beolini". Questi barconi servivano per trasportare le merci dalle darsene del porto nei vari magazzini dislocati, quasi al pelo d'acqua, lungo il percorso dei "Fossi Reali" che attraversavano la città con varie diramazioni. Da notizie di famiglia risulta che la quantità di quei barconi in possesso ai bisnonni si aggirasse sulle 50-60 unità articolate come minimo su due tipologie ( Vedi foto allegate) ma.....il primo bombardamento Alleato del 1943 e successivi, unitamente alla distruzione della città lasciata dai Tedeschi, ridussero a poche unità quella flotta di Barche tanto importanti per l'economia livornese. SIC TRANSEAT GLORIA MUNDI
Le foto provengono da ricerche su Livorno via Internet
Ciao e a risentirci
Carlo
Icone allegate
Architetti navali in famiglia-becolini-.jpg   Architetti navali in famiglia-darsena-vecchia-e-becolini.jpg   Architetti navali in famiglia-fortezza-vecchia-e-becolini-carichi.jpg  

c.gori non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-04-10, 10:56 PM   #11
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

Carlo,
sei fortunato ad avere una così bella collezione di soggetti navali.
E,soprattutto,ad avere una simile tradizione di famiglia.Per quanto ti è possibile,valorizzala.E posso dirti che ,per quanto mi riguarda, è stato un privilegio essere stato messo a parte di questi tuoi ricordi.Da diversi anni,ormai,mi dedico quasi esclusivamente alla marina delle Due Sicilie e quindi,le altre marine, purtroppo,le conosco principalmente per le analogie e similitudini.Più di tanto,mi dispiace,ma ,almeno per il momento, non riesco ad esserti utile.
ciao
gabriele
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-04-10, 11:06 PM   #12
Utente
 
Registrato dal: Apr 2009
residenza: Usmate (MB)
Messaggi: 157
c.gori è un newbie...
predefinito

Ciao Gabriele
GRAZIE per gli elogi; ma non sapresti indirizzarmi su quale modello usare per la ricostruzione del PORSENNA?
Grazie ancora
Carlo
c.gori non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 06-04-10, 11:21 PM   #13
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

Dai uno sguardo al catalogo dell'ANB. L'Azzardoso,credo,con un pò di immaginazione e molto lavoro,potrebbe esserti utile come riferimento.Almeno come piano velico.Per quanto riguarda invece l'armamento,che presuppone necessariamente le dimensioni,resto dell'idea di quanto ti ho detto.Non per scoraggiarti,ma la tua è una impresa MOLTO DIFFICILE.
Gabriele
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 07-04-10, 08:10 PM   #14
Utente
 
L'avatar di gabriele68
 
Registrato dal: Feb 2010
Messaggi: 525
gabriele68 è un newbie...
predefinito

Carlo,
ho dato uno sguardo al profilo dell' Azzardoso.Non credo che faccia al caso tuo.
ciao
gabriele68 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 08-04-10, 12:01 AM   #15
Utente
 
Registrato dal: Apr 2009
residenza: Usmate (MB)
Messaggi: 157
c.gori è un newbie...
predefinito

Ciao,
ho guardato anche io e mi è sembrato sostanzialmente diverso, comunque per cadere in piedi e considerando la spesa esigua dei piani l'ho ordinato, magari proverò a farlo ( L'AZZARDOSO).
Grazie e rimango in attesa di altri suggerimenti in merito
c.gori non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato


Discussioni simili
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Riviste per modellisti navali antonino80 Kit commerciali e piani costruttivi 9 19-11-10 08:05 PM
famiglia allargata abmodel Off Topic 18 28-08-09 10:32 PM
famiglia monster al completo micheletine Automodelli a scoppio Album fotografico 7 02-04-06 07:46 PM
un altro principiante nella famiglia kayjay25 Automodelli elettrici 5 27-10-05 03:44 AM


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 01:04 PM.


Chi Siamo | Pubblicità | Scambio banner | Disclaimer | Regolamento | P.IVA 00319251203
Disponibile su App Store Disponibile su Google Play