Vai indietro   Forum Modellismo.net > Categoria Statico > Statico - Kits, Info e Varie > Statico Recensioni Kit
Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 20-06-07, 09:46 PM   #1
Utente Senior
 
Registrato dal: Sep 2003
residenza: Lodi
Messaggi: 10,494
bruno emana un'aura potente attorno a se!bruno emana un'aura potente attorno a se!
predefinito Harley Davidson WLA militare

Harley Davidson WLA militare

Produttore: Italeri su stampi ESCI

Acquistata in offerta a 19,90 euro da un prezzo originale di 45 euro .
Il prezzo originale è letteralmente un furto, visto che gli stampi non hanno una qualità moderna e sono praticamente gli stessi da quasi 40 anni.
L’unica differenza che ho notato dalla precedente WLA versione polizia della ESCI in confezione originale è la mancanza della scritta Harley Davidson sulle pedane. Ciò è dovuto, credo, alla ristampa senza pagare i diritti d’autore alla H.D., infatti mai nella confezione sono citate le parole Harley Davidson ma semplicemente “motocicletta americana”.
Lasciamo perdere…

Pensavo di trovare ,come nella ristampa della Norton Manx, le gomme rifatte, ma credo siano le stesse monolitiche dei tempi che furono. Hanno ristampato le decalcomanie, naturalmente…
Le stampate in plastica sono quattro: tre per il corpo moto ed una per la parti di motore che si vorrebbero color metallo. Ci sono poi una stampata per le plastiche trasparenti, fanali e parabrezza, ed un stampata in vinile per la sella, le fibbie delle borse, la catena e la parte , in tela nella realtà, che scende dal parabrezza.
La qualità della plastica, vista con gli occhi di oggi, non è eccelsa per la presenza di bave e linee di giuntura notevoli, ma i pezzi sono molto particolareggiati, con le viti di alcuni pezzi che riportano anche il taglio! I maniaci dell’iperdettaglio avranno vita facile, perché le grandi dimensioni e la completezza del modello aiutano molto.
Le ruote sono a raggi e colorate di verde, ed i raggi sono un po’ grossi ma non esagerati.
Certo che rifarli usando aghi per seta sarebbe il massimo. Ma qui si entra nel modellismo folle…

La stampata in vinile risente degli anni e la sella manca dei particolari inferiori, che varrebbe la pena aggiungere perché visibile. Anche le fibbie da applicare alla borse (perché vinile e non in plastica come le borse stesse, poi..!!) sono troppo spesse e sarebbe opportuno rifare con materiale più sottile, come del resto la parte di parabrezza da applicare sotto il vetro.
Le gomme sembrano somiglianti a quelle viste nelle foto reali, ma riportano solo la scritta del produttore e nient’altro.
Le decalcomanie sono poche e rappresentano una serie di numeri ed una stella. Mancano quelle delle targhe e delle insegne di reparto.
Le istruzioni sembrano chiare, ma non mi fiderei troppo sulle indicazioni dei colori, soprattutto per quanto riguarda il motore.

Il colore di riferimento Testor-Modelmaster è il 1711, corrisponde a:

Humbrol 155
Federal Standard 34087
RAL 6003-6005-6006 (ipotesi)
Gunze H52-H304
Testor 1591
Molak 34087
Tamiya XF51
Pactra A30
Lifecolor UA003

Trattandosi di colori militari , è bene non pensare di trovare il colore esatto con tanto di codice come per una Ferrari. Nel caso di modelli americani farei riferimento al codice Federal Standard
o a foto di modelli restaurati, anche di veicoli di altro genere, come una Jeep , per esempio.
Si trovano diverse foto di modelli “restaurati” con colori fantasiosi o lucidi, per cui non fermatevi alla prima ricerca. Con Emule ho scaricato una serie di belle foto , ma utili solo per i particolari perché il colore è un verde assurdo e lucido.

Tra quelli elencati sopra, il più comune credo sia l’Humbrol, ma io ci aggiungerei come vernice finale una miscela di trasparente lucido ed opaco per non dare quell’aspetto “piatto” che le vernici opache per uso industriale non hanno. Le percentuali si trovano con prove ed anche qui è bene non pensare di trovare l’alchimia perfetta perché in tempo di guerra l’ultima cosa che si guardava era l’estetica, ovviamente..

Modifiche secondo me necessarie per rendere il modello più realistico sono le seguenti:
1-Ricostruzione delle borse perché sono di aspetto troppo rigido.
2-Ricostruzione integrale del parabrezza con acetato e del paragambe con una tela molto fine.
3-Ricostruzione delle tuberie del motore con filo di ferro per simulare le originale in alluminio (credo).Attenzione , se usate foto della versione civile del dopo guerra, che successivamente le tubazioni erano in rame.
4- Costruire ul guscio inferiore della sella copiandolo dalle foto.
5-Ricoprire la sella con qualche pellicola per simulare il cuoio e ripiegarlo dietro de rendere la sella verosimile.
6- Ricostruzione dei raggi ruota
7-Usare cavi più sottili
8-Informarsi su scritte in trasferibile per ovviare all’inconveniente della pellicola trasparente delle decalcomanie.
9-Trovare foto di modelli originali per avere idea delle insegne di reparto e delle targhe.
bruno non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 11:00 AM.


Chi Siamo | Pubblicità | Scambio banner | Disclaimer | Regolamento | P.IVA 00319251203
Disponibile su App Store Disponibile su Google Play