Vai indietro   Forum Modellismo.net > Categoria Navi e Velieri in legno > Navi & Velieri > Modelli Terminati
Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 19-09-16, 10:06 AM   #1
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.

Buongiorno a tutti,
tempo fa (a metà maggio sc) ho iniziato la costruzione di questo modello,
e tratto da una monografia di Gianfranco Tanzilli con i piani di costruzione elaborati da Luca Tarpani, dal titolo: "UNA NAVE ETRUSCA studio per la ricostruzione di una Monére onerariae da guerra dei "Tirreni" del V-IV sec.a.C.ritengo che sia una bella monografia, ben realizzata sia nella parte relativa ai disegni dei piani di costruzione e nella ricerca delle informazioni storiche e tecnico/costruttive dell' imbarcazione, materia complessa, a causa della scarsissima documentazione in"materia" (è difficile reperire informazioni per imbarcazioni piu' recenti, figurarsi per una nave di duemilacinquecento anni fà !) questa è una delle motivazioni che mi ha stimolato ad aprire anche un cantiere su questo sito, dove ho visto che ci sono bravissimi modellisti, dei quali ho avuto il piacere di vedere alcune delle loro realizzazioni, sperando che sia possibile reperire con il vostro aiuto informazioni su questo tipo d'imbarcazione.
Per correttezza, ritengo doveroso comunicare che ho aperto al tempo un wip in un altro sito specifico per i modellisti navali, ma come dicevo la necessità di allargare le fonti informative e esperienze costruttive in materia mi ha stimolato concretamente, nel cercare e conoscere altri lidi,
come dicevo ho iniziato la costruzione di questo modello quattro mesi fà,
in parte per "depurarmi" di una costruzione, per me, molto complessa della Real de France, modello che mi ha impegnato per tre anni consecutivi, per questo la necessità di realizzare un modello completamente diverso, di veloce e facile realizzazione e con pochi "fronzoli" e piacevole all' aspetto... ma mi sono accorto, nello sviluppo che le aspettative iniziali sono state smentite dai fatti, mi capita spesso quando faccio le previsioni,
comunque bando alle ciance e iniziamo dall' inizio per allinerarci in tempi rapidi alla costruzione in tempo reale,
la prima situazione è stata scegliere la scala per il modello, nella monografia ci sono i disegni in scala 1:50 e 1:25
mentre il modello viene realizzato in scala 1:20, io ho deciso di realizzare il modello in scala 1:30, per un fatto relativo alle misure del modello stesso, la nave reale misura una ventina di metri, per cui riportandola in scala 1:30 dovrei ottenere un modello di circa una settantina di cm., diciamo abbastanza "gestibile" in casa, (ho visto con la galea che nella teca, prende un bel po' di spazio...)
per cui riportando i disegni della chiglia e le viste longitudinali con il plotter, mi sono stampato le parti che compongono la chiglia, ed ho scelto il legname per realizzarla, si tratta di tavole di ciliegio e noce, sul legname mi piace realizzare le navi utilizzando legname "autoctono" in pratica intorno casa, ovviamente va tagliato a luna calante, stagionato e poi lavorato, ma questa è un altra storia,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8645_1.jpg
l' immagine sopra mostra le due tavole ,il ciliegio che utilizzero per la chiglia e il noce, che utilizzero in seguito per il fasciame,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8646_1.jpg
il ciliegio è quello più' in alto, il noce è quello piu' in basso, del quale sono evidenti le "fiammature" caratteristica fondamentale del noce nostrano,
con il ciliegio provo a fare gli elementi che compongono la chiglia, utilizzando la parte dove partiva un altro "ramo"
per fare il dritto di poppa sul quale in seguito, si incastrerà l' aplustre, la protene a testa di cigno.
Il modello è realizzato in arsenale, per cui ho iniziato a ritagliare i pezzi che compongono la chiglia con la tavoletta di ciliegio riportata allo spessore di 7 mm, ho riportato sulla tavola di ciliegio le parti degli elementi che la compongono,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8654_1.jpg
poi ho ritagliato i pezzi rifinendogli con la miniscartatrice
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8655_1.jpg
un elemento da notare nei pezzi che compongono la chiglia sono state riportate le giunzioni a dardo di Giove, elemento da realizzare precisamente per evitare scostamenti del profilo sollevato della chiglia stessa,
i lavori sono proseguito nell' assemblamento del rostro e della ruota e dritto di poppa,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8663_1.jpg
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8666_1.jpg
nel frattempo avevo messo la chiglia incollandone le parti che la componevano sotto tradue lastre di vetro da 6mm sotto dei pesi, perchè l'incollaggio risultasse diritto, cercando di evitare svergolamenti,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8664_1.jpg
le foto che seguono sono precedenti alla posa nello "strettoio casalingo"
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8667_1.jpg
per ultima la chiglia realizzata,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8670_1.jpg

per adesso termino l' inserimento,
continuero' in seguito (vado a fare altri parti che vi mostrero')

saluti

luponero
Icone allegate
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8652_1.jpg  

luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 11:41 AM   #2
Utente Senior
 
L'avatar di sam_59
 
Registrato dal: Mar 2011
residenza: Palermo
Messaggi: 1,559
sam_59 inizia ad ingranare.
predefinito

Carissimo Fabio è un piacere vederti anche qui. Benvenuto a nome mio e senz'altro a nome dei tanti amici che troverai su questo forum. A presto
sam_59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 12:38 PM   #3
Utente
 
L'avatar di sumi
 
Registrato dal: Feb 2015
Messaggi: 847
sumi è un newbie...
predefinito

Benvenuto a un altro maestro
Gran lavoro

Inviato con il mio SM-G900F - Scarica l‘app del Forum di Modellismo.net
sumi non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 01:50 PM   #4
Utente Senior
 
Registrato dal: Dec 2013
residenza: roma
Messaggi: 1,441
sergio60 è un newbie...
predefinito

Splendido ed interessante l'inizio che prelude ad un wip da seguire con molta attenzione
Sergio
sergio60 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 05:23 PM   #5
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

Ringrazio tutti, è un piacere anche per me Sam, (dal tuo wip ho trovato l' indicazione per collegarmi a questo piacevolissimo sito)
cerco di riallineare il cantiere agli sviluppi odierni della nave, (sperando di non fare come in precedenza, inavvertivamente, ho cancellato immagini e scritti postati in precedenza !!!)
dopo aver incollato la chiglia e il dritto di prua, al quale verrà in seguito collegato il rostro (protome cignalesca) ho preparato le ordinate provvisorie, che servono per il fissaggio dei corsi del fasciame, si tratta di 17 ordinate che verranno fissate su supporto orizzontale tramite la scassa effettuata su ogni ordinata, nelle due ultime foto dell serie, è visibile sulla chiglia il "massiccio di scassa" sarebbe il precursore del paramezzale, è piu' largo della chiglia soprattutto nella parte dove verrà realizzato la scassa per l' albero,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8672_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8677_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8679_1.jpg
dopo aver preparato le ordinate, ho preparato la battura sulla chiglia , nella quale si attesteranno i corsi , fare la battura non è una cosa molto facile, per fare questo prima traccio con il lapis il profilo sulla chiglia, in seguito con il trincetto affondo le parte e con l' aiuto di qualcosa di sottile (in questo caso la squadretta ) porto via la parte tagliata, per rifinere precisamente la battura ho preparato prima il profilo della battura su due pezzi di lama di seghetto a "ferro", due profili perchè a seconda della posizione dei corsi rispetto all' asse orizzontale e verticale della chiglia e delle curve cambia anche l' angolo di battura (con l' immagini si capisce meglio !),
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8682_1.jpg
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8683_1.jpg
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8686_1.jpg
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8687_1.jpg
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8689_1.jpg
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 05:32 PM   #6
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

dopo la preparazione sulla struttura della chiglia era arrivato il momento di piazzare le ordinate "provvisorie" cosi' ho iniziato a metterle a secco,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8702_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8703_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8704_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8705_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8706_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8708_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8709_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8710_1.jpg
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 05:46 PM   #7
Utente Senior
 
Registrato dal: Dec 2013
residenza: roma
Messaggi: 1,441
sergio60 è un newbie...
predefinito

sempre più interessante
sergio60 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 06:56 PM   #8
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

Arrivato a questo punto, diventava necessario lavorare sull' "aplustre", ovvero la protome a testa di cigno, un chiarimento, io non sono un grande intenditore di architettura navale, sia moderna e che antica, la mia conoscenza della terminologia e molto scarsa, tempo fà avevo conosciuto un grande intenditore di queste materie e terminologie,che mi spiegava parti e terminologie a me sconosciute, purtroppo è venuto a mancare recentemente, lasciando, come sempre, quando i grandi se ne vanno un grande vuoto, ma anche un grande insegnamento di non mollare nella ricerca della conoscenza, per cui spesso mi trovo a leggere e a documentarmi con testi e scritti complessi, a volte , causa la scarsa conoscenza in materia non comprendo i pezzi causa la terminologia che viene o veniva utilizzata, mi auguro che con il vostro aiuto di aver maggiori informazioni per recuperare questa mia lacuna/e,
andiamo avanti,
l' aplustre, come si diceva, è la testa del cigno, che erge a poppa della nave, probabilmente era un elemento decorativo e probabilmente magico-religioso
che si trovava anche nelle navi greche, via ,via che andavo avanti nella realizzazione del modello, mi accorgevo che mi intrigava sempre maggiormente, quello che doveva essere una modo per scaricare le fatiche precedenti, diventava un altra storia appassionata, come lo è l' architettura navale antica,
preparare l' aplustre non era facile, scolpire la testa e il collo del cigno che si incasserà nella ruota della poppa,
per fare questo ho scelto del cirmolo, un legno che si presta molto bene alla scultura, io per "scoltire" preparo un blocchetto di cirmolo, riportando sui lati l' immagine della cosa da scoltire, ritaglio con il seghetto il profilo e poi rifinisco con il trincetto e con l' istinto, comunque l' istinto mi suggeriva di "riempire" tra ordinata e ordinata con blocchi di cirmolo combacenti con le ordinate stesse, dei riempimenti, la posa del fasciame,corsi, avviene incollando i medesimi solamente sul bordo, le ordinate servono solamente per appoggiare i corsi durante la realizzazione del fasciame, per cui mi sembravano un pò leggere, per mantenere l' allineamento dei corsi stessi, per cui oltre che l' aplustre ho preparato anche i riempimenti sempre in cirmolo che sarebbere serviti per disporre con maggior appoggio i corsi,
nelle foto che seguono seguo la progressione relativa allo sviluppo dei pezzi,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8952_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8953_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8956_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8959_1.jpg
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 07:11 PM   #9
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

I riempimenti e l' aplustre erano stati fatti andavano rifiniti,
per fare ciò sono partito con la lima a legno a sgrosso, con due misure, poi in alternativa con la scartatrice a nastro, di una famosa marca tedesca (si puo' dire il nome delle marche degli attrezzi ?) che ritengo che sia uno degli attrezzi piu' fondamentali, almeno per il sottoscritto, passando da ultimo al trincetto con lame diverse, sempre per comodità inserisco una progressione di immagini, per accellerare il recupero,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8960_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8961_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8963_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8966_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8970_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8971_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8975_1.jpg
mancava ancora d' affinare la testa e il becco,
(il cigno è diverso dall' anatra !)
i riempimenti andavano abbastanza bene,
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 07:35 PM   #10
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

con un recupero così rapido, si perde il senso del tempo necessario per la realizzazione, chi si cimenta in questa passione lo sa bene, che il tempo è un aspetto che molte volte non viene considerato, l'appagamento del pezzo realizzato, la soddisfazione per l'obbiettivo raggiunto, dura poco, comunque !!!
il modellista via via che evolve alza sempre l' asticella, http://www.modellismo.net/forum/images/smilies/asd.gif
è nella nostra natura,
comunque, rigaloppiamo, altra serie di foto, poi con il cigno ho fermato un pò i lavori, in attesa di un momento migliore (raro)
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8978_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_8995_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9004_1.jpg
come si dice, quando siamo in ballo , balliamo !!!
e allora sono partito anche con la protome cignalesca,
il cinghiale era un animale sacro per etruschi, la caccia al cinghiale era considerata un rituale un momento propedeutico, finalizzato ad iniziare i giovani cittadini aristocratici all' Arte Bellica, molti sono le analogie con i greci , dei quali manterranno i miti, facendogli spesso propri, approfondire la storia etrusca vuol dire cercare nel mistero , a causa delle scarsissime informazioni
su di essi, erano molto evoluti, forse troppo per i romani,,, ma questa è un altra storia, continuiano con il cinghiale, un animale che anch' io gradisco molto, soprattutto il sugo con le pastasciutte e poi in umido
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 07:52 PM   #11
Utente
 
L'avatar di Big_Boss
 
Registrato dal: Jun 2015
residenza: Palermo
Messaggi: 910
Big_Boss ha avuto comportamenti non adeguati in passato...
predefinito

Ciao! Mi fa molto piacere vedere sul forum un modello piuttosto diverso dai classici velieri che siamo abituati a vedere (compresi i miei!). Questa nave etrusca mi incuriosisce molto e seguirò con attenzione i vari passaggi. Complimenti per la scultura, veramente molto bella.
Immagino lo spiegherai in seguito, ma intanto una domanda te la faccio: queste ordinate sono provvisorie e quindi una volta montato il fasciame verranno rimosse? In questo caso, perché non hai fatto un modello in carpenteria con le ordinate vere? Questo tipo di imbarcazione forse non le aveva? Te lo chiedo perché mi interessano molto questi tipi di costruzione per il mio prossimo modello.
Buona continuazione e attendiamo nuovi aggiornamenti!
Big_Boss non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 10:29 PM   #12
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

Ciao Big,
le ordinate sono provvisorie verranno tolte quando il fasciame sarà ultimato,
tieni conto che il modello della nave etrusca è di 2500 anni fà all' incirca,
per cui siamo all' inizio di quello che si trasformerà in architettura navale, il fasciame è realizzato con la tecnica delle congiunzioni dei corsi con mortase e tenoni, le cinte avvolgeranno in seguito i corsi, dopo la carena viene rifinito internamente da madieri e staminali che funzionano da ordinate passive, in pratica il fasciame era una struttura portante, era comunque per i tempi e la conoscenza acquisita, un tipo di nave "evoluto" con uno scafo che resisteva alle sollecitazioni del mare relativamente a navigazioni entro costa "a vista", il tipo di congiunzione dei corsi a mortase e tenoni aveva sostituito il metodo del fasciame "cucito", comunque cerchero d' approfondire, per quanto mi sarà possibile in seguito le caratteristiche di questo modello, ieri sera ho visto su youtube il filmato sul ritrovamento delle navi di Nemi, se ti interessano le antiche costruzioni ti consiglio di vederlo, https://www.youtube.com/watch?v=J6v-cjWyxVY
oltre ad altri filmati in "scaletta" sui famosi relitti,
ritornando alla progressione ho continuato con le sculture,
partendo con la testa del cinghiale, che altro non era che il rostro dell' imbarcazione, che nello speronamento con le altre imbarcazioni entrava nella carena altrui, sembra che i marinai adottassero una tecnica relativa allo speronamento, muovendosi sulla corsia favorivano l' abbassamento della prua al momento dell' urto e in seguito l' innalzamento, muovendosi rapidamente sulla corsia, ovviamente per arrecare maggior danni possibili alla nave speronata, sembra che dopo lo speronamento il rostro si staccasse dal dritto restando nella carena della nave speronata, evitando, qual' ora la nave speronata affondasse di esserne coinvolti, è d' obbligo visto la scarsa e certa documentazione in merito utilizzare il "condizionale",
sempre la solita essenza , il cirmolo, e la solita tecnica, e la progressione fotografica della realizzazione, tenete conto che si tratta di una "bozza" che in seguito verrà rifinita,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9006_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9007_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9008_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9012_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9013_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9016_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9017_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9019_1.jpg
era passato un mesetto dall' inizio della costruzione, ero abbastanza soddisfatto dell' avanzamento dei lavori, ma sapevo che i problemi maggiori sarebbero venuti dopo, cioè con la realizzazione del fasciame, non sbagliavo !
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 11:11 PM   #13
Moderatore
 
L'avatar di trinchetto
 
Registrato dal: Jan 2009
residenza: Bologna
Messaggi: 7,513
trinchetto emana un'aura potente attorno a se!trinchetto emana un'aura potente attorno a se!trinchetto emana un'aura potente attorno a se!
predefinito

Ciao e benvenuto con questo bellissimo e non comune modello! Da quel che vedo la mano che è all'opera è davvero di qualità.

Non c'è alcun problema a lavorare "in parallelo" su altri siti nè riguardo a fare riferimenti specifici alle attrezzature utilizzate, marchio compreso (...ovviamente a scopi non commercial...!)

Buon lavoro
Trink
__________________


Un rametto d'esperienza vale un'intera foresta di avvertenze (James Russell Lowell)
trinchetto non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-09-16, 11:36 PM   #14
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

per fare i corsi ho utilizzato il noce con le dimensioni che vanno da 0,2x0,3x10cm a 0,2x0,7x24cm, il noce è quello di casa che tre anni fà il maltempo fece abbattere, un noce bellissimo, dal quale mi sono fatto un po' di tavolette per il modellismo, (e tavoloni che forse utilizzare per fare una tavolona, ma è un' altra storia) , mi piace molto usare i legnami della mia zona,
pero,melo, susino, ciliegio, nocciolo e altri, ovviamente sempre nei limiti dettati dal bisogno , per cui qualche tavoletta per essenza, non c'è paragone con il legname acquistato in negozio, provare per credere !!! la lavorabilità i colori (le fiammature) l'elasticità e la durezza di alcune essenze non temono confronti,
comunque ho iniziato con la posa dei corsi adiacenti alla chiglia, in maniera opposta di come indicato nella monografia che iniziano dal capodibanda, io ho iniziato come facevano dalla chiglia, partendo dalla battura con un corso semplice, non con i torelli come probabilmente avveniva utilizzato, i corsi sono collegati con i giunti di testa a palella semplice, in teoria cinque file fino al ginocchio e quattro ad arrivare al capodibanda, incollandogli solo sul "bordo"
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9130_1.jpg
una cosa importante, fondamentale, dopo aver realizzato il fasciame sia le ordinate e i riempimenti vanno "tolti" per non avere problemi (il che non è certo) ho ricoperto sia le ordinate e i riempimenti con lo scotch classico (come si vede dalla foto sopra), il cirmolo assorbe moltissimo, distaccanti e cere varie non garantiscano che il vinavil utilizzato sulla costola dei listelli e "malauguratamente sgorato" aderisca perfettamente il listello/i ai riempimenti, non permettendo il distacco dello scafo, e delle complicazioni e bestemmie derivanti, per cui "salto nel buio" fino al fatidico giorno del distacco, poi dopo quache listello posato dal fondo sono partito dal capodibanda, sulla costola dei listelli con un pennarello da ritocco legno, ho dipinto la costola, i corsi venivano collegati con una mistura di pece e essenze vegetali, quasi sicuramente durante la costruzione viniva utilizzato una specie di "mezzogarbo" per l' elaborazione delle curve in maniera armonica e precisa,NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9141_1.jpg
anche se la battura è d' aiuto diventa necessario anche utilizzare diversi morsetti per fermare i listelli di noce da 2mm, anche se in precedenza piegati con il piegalistelli a caldo, non faro' un secondo fasciame, per cui il primo deve essere subito ben impostato, cosi come è bene evitare "stuccature",
mentre ritengo che nei tempi nei quali venivano costruiti questi tipi di navi, la precisione di rifinitura delle tavole e travi utilizzate, non fosse, a causa delle macchine utilizzate sia per la spanconatura, taglio e levigatura, particolarmente rifinita, per cui dei listelli meno "curati" rifiniti,, migliormente rappresenterebbero il fasciame del modello ,
Icone allegate
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9146_1.jpg  
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-09-16, 12:24 AM   #15
Utente
 
L'avatar di luponero59
 
Registrato dal: Nov 2011
residenza: Vicchio - FI
Messaggi: 326
luponero59 inizia ad ingranare.
predefinito

Ti ringrazio Trink,
mi fà molto piacere aprire un cantiere, vedrai che in seguito ci saranno particolari costruttivi, per i quali ho un po' di difficoltà nella realizzazione, spero di avere consigli in materia o informazioni per la loro realizzazione,
erroneamente ho allegato un icona, invece di caricare le foto, non sono un gran postatore http://www.modellismo.net/forum/imag.../rolleyese.gif
nella continuazione della posa dei corsi emergeva sempre maggiormente il profilo dell' imbarcazione che i "Tirreni" utilizzavano, un misto tra una nave offensiva (ripreso dalle imbarcazioni elleniche) e lo scafo robusto e capiente come nelle navi "rotonde" orientali, la lunghezza della nave era di una ventina di metricon la larghezza al baglio maestro di oltre 3 metri e mezzo la forma ricorda vagamente il profilo del delfino, la prua la testa, lo scafo il corpo, la coda l'alta poppa a voluta chiusa,
realizzare il fasciame con una voluta elaborata dalla poppa obliga a due soluzioni , o realizzarle con piccoli pezzi, oppure tagliare da tavole (listelli) piu' large dei corsi utilizzati il profilo già curvato, è impossibile curvare con qualsiasi piegalistelli un listello per la larghezza, senza che non si spezzi (almeno a me non riesce) per fare queste curve, mi sono preparato delle tavolette sempre dello spessore di 2 mm ma dalla larghezza di una diecina di cm, riportando il corso e il suo sviluppo armonico, sempre su uno sviluppo come lunghezza di una ventina di cm (4 m di tavolone, in scala reale) ,
allego le immagini,
NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9148_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9150_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9157_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9158_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9161_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9162_1.jpg

NAVE ETRUSCA del V-IV sec. a. C.-img_9163_1.jpg
l' imbarcazione iniziava a prendere corpo, e questo era uno stimolo forte nello sviluppo, piu' andavo avanti e piu' ne venivo "catturato"
luponero59 non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato


Discussioni simili
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
che nave è?? Leonard Gale Navi e velieri Work in Progress 21 06-06-16 11:35 PM
[NAVE] Set invecchiamento nave Tamiya baron81 Statico - Kits, Info e Varie 7 14-10-13 10:28 AM
Help... Che nave è..... Help giuseppe73ct Navi e velieri Work in Progress 10 29-02-12 04:56 PM
Che nave e'? Tuvok Navi & Velieri 8 29-07-09 10:23 PM
Nave etrusca redhawk Storia e personaggi navali 4 07-10-08 09:49 AM


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 06:57 PM.


Chi Siamo | Pubblicità | Scambio banner | Disclaimer | Regolamento | P.IVA 00319251203
Disponibile su App Store Disponibile su Google Play