Vai indietro   Forum Modellismo.net > Categoria Navi e Velieri in legno > Tecniche modellistiche navali > Kit commerciali e piani costruttivi
Rispondi
 
Strumenti della discussione
Vecchio 19-10-07, 08:39 PM   #1
Utente Junior
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 46
jeeg è un newbie...
predefinito Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Essendo la prima volta che scrivo in questo forum vorrei salutare e ringraziarne i membri.
Sono un neomodellista di 21 anni e non nego che grazie ai vostri consigli sto risolvendo parte di quell'infinità di dubbi che ci sono quando si è all'inizio di quest'hobby.

Dopo aver raccolto una certa documentazione e essrmi fatto una panoramica dei vari vascelli proposti dalle case come mantua, amati, mamoli, corel ho deciso di iniziare la costruzione della Santa Maria, la nao di colombo.

A questo punto però ho constatato che sia la amati che la mantua propongono il modello, anche se in scale differenti.
La domanda che mi(vi) pongo è: Quale scelgo???
Ho sentito parlar bene di entrambi i marchi ma vorrei sapere da voi se per la Santa Maria è preferibile uno dei due, magari per la miglior qualità dei materiali o per l'accuratezza di riproduzione, la facilità di montaggio o altro..

Aspetto impazientemente qualche dritta...

Ciao a tutti
jeeg non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 19-10-07, 10:26 PM   #2
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Ciao Jeeg benvenuto sul forum!

Sei fortunato, perchè abbiamo due wip:

S.Maria mantua
S.Maria amati

Se non hai dato ancora una rapida occhiata a questi topic fallo ora.
Se vuoi una recensione sulla S.Maria amati, allora posso anche scrivertene una (visto che l'ho appena terminata...).
Facci sapere
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-10-07, 12:42 AM   #3
Utente Junior
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 46
jeeg è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Hawk, ho seguito i tuoi consigli,mi sono spulciato i due wip ed ho visto anche il tuo modello(a proposito complimenti).
Mi sembra di capire che il kit mantua offra qualcosina in più per facilitare il modellista principiante(vedi sagome pretagliate delle fiancate) anche se non mi è chiaro il discorso del ponte col tavolato disegnato(ma volendo non si può ricoprire lo stesso di listelli o si corre il rischio di andare fuori scala??).
A questo punto mi affido alla tua esperienza col kit amati, magari se hai tempo puoi dirmi come ti ci sei trovato..
jeeg non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-10-07, 11:12 AM   #4
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Forse è vero che il kit mantua semplifichi qualcosina al modellista, magari se legge Isadora può dirti di più a riguardo... per il ponte col tavolame preinciso o disegnato, si può sempre adottare una soluzione radicale (valida in generale quando si lavora sui kit): buttarlo e farlo a modo proprio seguendo le indicazioni dei piani.

Veniamo al kit amati. Le parti pretagliate al laser erano ovviamente precise e tutto si incastrava alla perfezione. In generale il materiale incluso è molto di più di quanto effettivamente serva, che per un principiante è una cosa buona (essendo novizi si hanno più probabilità di sbagliare qualcosina e dovendo rifare un pezzo o una manovra non si ha l'angoscia di dover correre al negozio per ripristinare le scorte). La qualità del legno, del refe e delle parti in metallo o legno precostruite (tipo la coffa o l'argano) è anch'essa buona (qualcuno, mi pare Moz, mi faceva notare che l'argano è un po' fuori scala).
L'unica cosa che devo segnalarti sono le istruzioni: come al solito per i kit europei, queste sono vaghe in più punti e lasciano molte lacune che il modellista deve riempire da sè. Inesistente la descrizione della realizzazione del fasciame dello scafo, come pure sono assenti molte indicazioni per le manovre (laddove sono presenti non è detto che siano corrette...). In questo senso, l'unica nota positiva è un libricino di fotografie (in b/n) dove sono mostrate le varie fasi della realizzazione dello scafo, percui in questo caso lo sforzo di fantasia che devi fare è un po' ridotto, perchè laddove le istruzioni sono incomplete ci puoi arrivare con le foto.

In definitiva devi avere delle conoscenze pregresse (anche se approssimative) per poter affrontare la costruzione di questo kit, in particolare per la costruzione dello scafo e la realizzazione delle manovre.

Spero di essermi espresso in modo chiaro e obiettivo, se hai qualche dubbio posta pure
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-10-07, 12:07 PM   #5
Utente Junior
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 46
jeeg è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Grazie Luigi per la recensione.Sei stato molto chiaro.
A qusto punto credo proprio che opterò per Amati acnhe perchè per quanto concerne il problema della scarna documentazione(ahime) tenterò di rifarmi con le foto pubblicate sul tuo wip che sono vermanete chiarissime(col tuo permesso..).

Per puro rigor di cronaca penso che tenterò di reperire da qualche negoziante il kit mantua al solo fine di visionarlo.
Nono mi spiego come mai una ditta che realizza velieri enormi(vedi i cataloghi panart e sergal) scada poi sui particolari di navi che sono a tutti gli effetti dei must del modellismo come la nao di colombo.

In ogni caso grazie 1000 per la disponibilità.

Un'ultima domandaer autocostruirsi dei pezzi tipo il ponte di una nave, basta l'archetto da traforo o con la sega da banco si ottengono risultati decisamente migliori?
Ho visto sul sito della mantua i loro utensili(tornio,sega da banco ecc..), credi che siano validi o mi consigli qualche altra marca???
jeeg non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-10-07, 01:11 PM   #6
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Mi era sfuggita una cosa. Tra i tanti pezzi ben fatti del kit, uno è veramente orrendo: la scialuppa. Rifarla da zero ti costerà solo un po' di tempo in più, ma il risultato è di gran lunga migliore...

Se vuoi usare il wip come riferimento, non c'è nessun problema, l'ho aperto in un "luogo pubblico" perchè chiunque possa accedervi senza chiedermi il permesso ^_^
ti consiglio solo di iniziare a documentarti per conto tuo (non è indispensabile adesso, ma più in avanti, se vuoi fare le cose per bene, ti converrà avere qualche riferimento storicamente attendibile).

Per gli attrezzi da usare, una regola generale è di non sovraccaricarsi all'inizio ma di comprare le cose man mano che servono. Per autocostruirsi qualcosina in sostituzione dei pezzi forniti da un kit, un archetto manuale da traforo e un tagliabalsa con diverse lame bastano. Se devi realizzare un modello stile admirality, ritengo che le cose siano leggermente diverse...

Gli attrezzi della mantua (sega, tornio ecc.) non li ho mai visti di persona, ma mi sembrano tanto delle versioni giocattolo; l'unico utensile mantua che ho comprato è il piegalistelli per fasciame e l'ho trovato tremendamente inutile (10 euro buttati).

Io ho da poco comprato un seghetto alternato proxxon e mi sto trovando in maniera fantastica. Certo non costa poco (l'ho pagato 140 euro) ma ritengo che siano soldi ben spesi; cmq l'ho preso perchè ho iniziato ad autocostruirmi un modellino, quindi, ripeto, aspetta prima di avere la giusta esigenza per fare un acquisto (anche importante) nel reparto utensileria
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 20-10-07, 01:50 PM   #7
Utente Junior
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 46
jeeg è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Ho notato la scialuppa e appoggio in pieno la teoria "me lo rifaccio a meno, spendo un'oretta e qualche euro in più ma evito di rovinare il modello".

In effetti avevo pensato anch'io di comprare gli attrezzi poco alla volta,la domanda che ti ho fatto era per avere qualche orientamento in merito agli utensili.
Non nego che la mania dell'attrezzatura può essere pericolosissima agli inizi.
A proposito,ho visto il sito della proxxon e in effetti mi sembrano ottimi pezzi(il costo in effetti è un po' altino per le tasche di uno studente universitario ma si sa che gli utensili di qualità costano; poi quelli della mantua non sono neanche tanto economici, sui 90 euro e fatti in resina(per non dire plastica).

Ti ringrazio ancora per la disponibilità e per l'aiuto che dai a noi neofiti con i tuoi wip.
A questo punto mi manca solo il buon kit Amati e posso iniziare.

Un saluto e buon modellismo
jeeg non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-07, 11:06 AM   #8
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Buon modellismo anche a te e in bocca al lupo per l'avvio dei lavori!!
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-07, 03:54 PM   #9
Utente Junior
 
Registrato dal: May 2007
residenza: Roma
Messaggi: 68
isadora è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

scusate il ritardo della risposta, ma visto che sono chiamata in causa dirò la mia...
sul kit mantua ho poco da ridire, a cominciare dal prezzo che è più contenuto rispetto a quello amati - il che non guasta vista la qualità dei materiali che mi è sembrata assolutamente dignitosa. Per quanto riguarda le istruzioni, sono piuttosto esaurienti (considerato che è il primo modello "vero" che sto facendo) e la mantua dispone di un helpdesk informatico molto solerte ed esauriente nelle risposte. i due modelli presentano alcune differenze semplicemente perchè si rifanno a piani di costruzione differenti: ad esempio, io ho scoperto che il modello mantua ricalca in parte i piani dell'ammiraglio Gay e in parte (ecco da dove viene il finestrone di poppa, Luigi! alla fine l'ho trovato hehe) la ricostruzione effettuata dalla commissione archeologica spagnola a fine secolo XIX (http://www.cervantesvirtual.com/serv...57/thm0000.htm)
Per quanto riguarda i dettagli costruttivi: il kit mantua prevede doppio fasciame (che non guasta), il ponte con la pavimentazione pre-disegnata al laser tutto sommato non sfigura, forse è ricopribile col sistema tradizionale a condizione di usare listelli di 0.5 mm altrimenti ti potrebbe creare problemi di scala. Tutto sommato penso che i due kit siano sovrapponibili...
per quanto riguarda l'attrezzatura, sottoscrivo Luigi: Proxxon
isadora non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-07, 07:59 PM   #10
Utente Junior
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 46
jeeg è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Grazie Isadora.
In effetti avevo proprio bisogno di un tuo parere, dopo le esaurienti indicazioni di Luigi sul kit Amati.
il mio dubbio principale riguardava il ponte predisegnato, ma se è possibile ricoprirlo di listelli 0.5 allora penso che sul kit mantua non ci sia nulla da ridire.
Dati i vostri consigli, opterò per il kit sul quale il commerciante mi propone lo sconto maggiore..

Abuserò ancora della vostra pazienza,
Ho curiosato un po' sul sito della proxxon ed ho trovato un utensile che mi sembra interessante, il trapano fresatore IB/E.
Si tratta di una specie di dremel, l'utensile elettrico multiuso che andava tanto qualche anno fa prima che la dremel fosse assorbita dalla bosch.
Perdonatemi l'inguenuità ma questi attrezzi che uniscono tutte ste funzioni(fresatrice,trapano,smerigliatrice ecc..) sono realmente utili???
E poi, visto che assieme all'attrezzo vengono fornire una serie di punte mi chiedo se l'innesto per tali punte sia di tipo universale(della serie ci posso montare punte di qualsiasi diametro che uso su trapani metabo,black & decker) o limitato alle sole punte prodotte dalla proxxon stessa.

Perdonatemi le 3000 domande
jeeg non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-07, 08:49 PM   #11
Utente Junior
 
Registrato dal: May 2007
residenza: Roma
Messaggi: 68
isadora è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

premesso che le punterie dremel sono compatibili col proxxon, io ho preso un kit proxxon molto carino col trapano 50E che va a 12 volts col trasformatore. poi pian pianino ti fai altri accessori tipo il supporto da banco, la prolunga ecc.ecc.
certo il trapanino a mano può bastare - all'inizio - ma poi vedrai che in certe circostanze un aiutino fa molto comodo invece di farsi venire il gomito della lavandaia!
isadora non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 21-10-07, 09:47 PM   #12
Moderatore
 
L'avatar di redhawk
 
Registrato dal: Sep 2006
residenza: AV (provincia)
Messaggi: 1,038
redhawk è un newbie...
Invia un messaggio tremite MSN a redhawk
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Questi utensili sono veramente comodi. Magari all'inizio non si usano per tutte le funzionalità, ma poi man mano che vengono le esigenze e si fanno esperimenti, si impara a sfruttarne meglio le caratteristiche. Sono anche io dell'idea che all'inizio un trapano sia più che sufficiente, quindi valuta bene la situazione per capire se conviene acquistarlo.

PS - io nn saprei se con questo tipo di trapano puoi impiegare tutte le punte di un black&decker; con il mio piccolo trapano elettrico (di marca anonima...) riesco a montare al max punte da 3 mm e nn funziona neanche granchè bene (ci vorrebbe un motorino molto più potente in certi casi, poi dipende anche dal legno che si deve forare...)
__________________
Luigi Falco

Syren 1803: gallery build log
redhawk non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-10-07, 10:32 AM   #13
moz
Utente Junior
 
Registrato dal: Sep 2007
Messaggi: 21
moz è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Non conosco il materiale contenuto nei due kit, perciò non posso darti un suggerimento, ma posso dirti di non preoccuparti troppo sulla scelta. Se un pezzo non va lo puoi rifare, se il kit è carente nelle spiegazioni puoi sempre chiedere in questo forum, sapranno darti una mano meglio di mille libretti di istruzioni mantua o amati.

Il ponte predisegnato lo getterei nel camino, che con questo freddo non guasterebbe, puoi usare anche listelli maggiori di 0.5, per mantenere le dimensioni basta che scartavetri il profilo del ponte sulle ordinate e sulla chiglia.

Gli utensili proxxon sono molto buoni, sicuramente più costosi di altri della stessa qualità, ma hanno il vantaggio di essere stati pensati per il modellista, quindi pratici e di poco ingombro. Lascia invece perdere quelli mantua.....giocattolini inutili ed anche pericolosi (il tornio è un'arma).
Comprati un trapanino, quello può bastarti per molto, poi in futuro se aumenteranno le esigenze comprerai altro.
In ogni caso mi piace sempre ricordare che nell'ammiragliato inglese, nell'800, costruivano modelli di ammiragliato (quindi con tutti i quinti ecc.) senza nemmeno un trapanino o altri attrezzi elettrici, ma solo con traforo, lime, raspe, trapani manuali ecc. La scala era solitamente 1:48 e venivano dei modelli che ancora oggi fanno invidia a tutti i modellisti del mondo.
Ciao
Moz
moz non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-10-07, 10:44 AM   #14
Utente Junior
 
Registrato dal: Sep 2007
residenza: Napoli, Pozzuoli
Messaggi: 82
sean è un newbie...
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Personalmente se posso dire la mia, l'acquisto del Dremel mi fù di grande utilità. La spesa è abbastanza contenuta tenendo conto della varietà di punt eche ti forniscce. Credo sia un utensile più che utile per un modellista. CHiaramente col tempo ho dovuto spendere ulteriori soldi per punte più sottili, più adatte alle mie esigenze, ho comprato un albero flessibil ed un mandrino adattabile per le punte....però devo dire che sono stati soldi spesi nel miglior modo, dato che mi è risultato poi utile anche per qualche lavoretto di tutti i giorni.
sean non è in linea   Rispondi quotando
Vecchio 22-10-07, 11:58 AM   #15
Utente Senior
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 1,002
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito Re:Mantua o Amati??A voi l'ardua sentenza.

Ciao a tutti, vorrei due parole sull’attrezzatura di tipo non manuale, da utilizzare ad un livello non molto avanzato. Di norma, per tagliare uso un archetto da traforo, per intagliare lime e tagliabalsa, per rifinire carta vetrata, per piegare una fonte di calore, candela o fornello, niente di automatico, quindi. Tengo
però sempre inserita la spina del trapano tipo Dremel, che ritengo l’unico strumento sul quale vale forse la pena di investire qualche decina di euro. Sono in commercio mandrini di diverse misure, sui quali si possono montare un’infinità di utensili che risolvono molte situazioni complicate. I fori, ad esempio, si possono fare anche a mano, ma se ne devi fare parecchi, su materiali difficili, allora è meglio avere un motorino che ti evita i crampi alla mano...poi ci sono le frese: sferiche, a tazza, cilindriche, coniche, con un po’di mano leggera si ottengono risultati in un tempo ridotto e senza fatica. Altri utensili molto utili sono i cilindretti per smerigliare, di diametri diversi, che portano via grosse (si fa per dire..) quantità di materiale molto rapidamente e con precisione. Si potrebbe andare avanti per un pezzo, credo che però abbiate capito il senso della questione...tra le caratteistiche che ritengo necessarie, la velocità di lavorazione variabile e la possibilità di impugnarlo come una penna, per lavori di precisione. Altri attrezzi e macchine non so quanto valgano la spesa, credo che se ne possa fare a meno, anche perchè la precisione delle mani è irraggiungibile da qualsiasi strumento. Ad un livello più avanzato, può essere utile una mini circolare, con la quale si possono ricavare listelli e quadrelli da blocchi di legno pregiato, i vostri parenti saranno entusiati nel vedere che avete affettato la madia di noce del ‘600 per fare il fasciame del vostro simpatico modello. C’è poco da ridere, c’è chi l’ha fatto sul serio...Se posso darvi un ultimo suggerimento, cercate di rifornirvi di lime di sezione e rugosità diverse, su molti particolari minuti sono l’unica via per arrivare ad un buon risultato. A presto,
Francis Drake
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are disattivato



Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 09:34 PM.


Chi Siamo | Pubblicità | Scambio banner | Disclaimer | Regolamento | P.IVA 00319251203
Disponibile su App Store Disponibile su Google Play