Discussione: Aiuto e consigli
Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 16-10-08, 10:43 AM   #15
francisdrake
Utente
 
Registrato dal: Aug 2007
residenza: Roma
Messaggi: 991
francisdrake è un newbie...
Invia un messaggio tremite Skype a francisdrake
predefinito

Rispondo alle tue domande sulla vela latina: gli alberi che le sorreggono sono detti “a calcese”, sono in un pezzo unico e montano sulle navi più grandi due o tre sartie a colonna. Non ho sotto mano immagini da postare, vedi se riesci a trovarle su internet o su qualche manuale se ne hai, poi cercherò di fare qualche scansione. Le sartie a colonna non hanno bigotte, ma un sistema formato da due bozzelli a violino ed uno semplice. Questo perchè la vela latina può sollecitare l’albero da più direzioni, rispetto a quella quadra, visto che consente di andare al traverso e di bolina, per cui le sartie vanno lascate e tesate con più frequenza e spesso in modo diverso sui due lati della nave. Le sartie a colonna facilitano proprio queste regolazioni. Galee, polacche, saettie e le altre imbarcazioni che adottavano un trinchetto con vela latina (prevalentemente, perchè col vento forte si tornava alle vele quadre) non avevano il bompresso, ma uno sperone che forniva un punto di appoggio per le manovre del carro, la parte bassa della vela latina e che sulle galee era anche usato come arma. In qualche immagine antica si vede poi una specie di prolunga che spunta dallo sperone, forse usata provvisoriamente per aiutarsi nelle manovre più incasinate e veloci. Però niente bompresso. Per ora mi fermo perchè ogni tanto mi tocca lavurar, ciao
FD
francisdrake non è in linea   Rispondi quotando